EditorFIVE LANDS RALLY DUEMILAQUATTORDICI Riva Trigoso- Sestri Levante (Ge) 4 -5 -6 Luglio Parcheggiare e calarsi dentro al Five Lands Rally, è qualcosa di unico, di inimitabile di magico. Partecipare a questo evento del Portofino Coast Chapter è una vera e propria bramosia. Questo è quello che ho potuto carpire, stando tre giorni a contatto con una moltitudine inverosimile di biker, giunti da tantissimi posti, sia vicini che lontani. Un borgo stracolmo di sfavillanti Harley Davidson, un continuo luccicare di cromature al giorno e di lucette rosse, la notte. Lungo i viali si cammina con difficoltà, vista la moltitudine di persone e la spiaggia è la naturale estensione dell’evento festoso e del clima di allegria che si può respirare. Le luci della festa si confondono con le insegne al neon dei locali e più in la, nell’oscurità del mare, brillano come stelle le luci dei pescherecci e dei battelli. Il rombo dei motori è un tuttuno con il rumore del mare e con i suoni che arrivavano dal palco, dove una straordinaria band, si esibisce in una performance sensazionale. Sotto il palco, posizionato sulla spiaggia, c’è una folla festosa scatenata nel ballo, scalza e saltellante al ritmo del Rock anni 70 ed 80 dei Dr Male. Per noi e per tutti i partecipanti al raduno, il Five Lands Rally è una sorta di alchimia che da tredici anni si rinnova e che nessuno osa perdersi. Tutto è stato come dai migliori auspici: il sole caldo, la leggera brezza a Libeccio, il colore del mare, i molti ettolitri di birra spillati, la grande cena sotto le stelle. Il bellissimo motogiro verso il Parco delle Cinque Terre in primis ed poi quello alla scoperta dell’entroterra ligure, che coronare l’evento. Insomma, una bella soddisfazione per tutti noi che organizziamo e che cerchiamo di ottenere il massimo risultato con il massimo dello sforzo. Ce la mettiamo davvero tutta per cui, se qualche volta facciamo qualche piccolo errore, cerchiamo sempre di correggere e di essere perdonati; gestire un così elevato numero di ospiti è impegnativo anche per lo staff di oltre 50 persone che il Portofino Coast Chapter, fa entrare in campo. Mettiamo in strada i nostri migliori uomini e donne, che vegliano e conducono gli ospiti già dall’ingresso nel borgo; organizziamo la cucina con i migliori chef-pescatori dell’Associazione Bagnun e cerchiamo di proporre il nostro territorio, anche a tavola. Proponiamo diverse opzioni e differenti attrazioni tra cui il grande aperitivo con Dj e lo Spritz Time al Bunker Bar. Tutto questo è possibile anche grazie all’impareggiabile supporto della concessionaria Harley Davidson Portofino di Sestri Levante, il migliore partner che si possa avere. La festa è per tutti i nostri ospiti ed anche per noi che collaboriamo alla buona riuscita, ma la gioia più vera si avverte qualche giorno dopo quando possiamo destinare, grazie a tutti i partecipanti, una cospicua somma in beneficenza. E’ anche questo un aspetto fondamentale e sempre più conosciuto del mondo biker. Un doveroso pensiero va ai cittadini ed ai turisti che popolano il borgo di Riva Trigoso, cerchiamo di avere il massimo rispetto sia per loro che per il luogo che ci permettono di occupare; negli anni abbiamo fatto amicizia, siamo contenti che ci facciate sempre sentire a casa. Grazie ancora a tutti i partecipanti, che non si perdono un’edizione del nostro principale evento ed alimentano con il loro carburante il nostro motore. Forse questa fantasia, ci pervade un po’ troppo ed a vedere tutto da fuori talvolta si stenta a capire il perché di tanta gioia, di tanta genuina selvaggia baldoria; per noi questa è la notte che supera tutte le altre, il Five Lands Rally è la tradizione e lo spirito della nostra libertà. Arrivederci al prossimo anno. prima, più di prima W il Portofino Coast Chapter !!! A proxima… Enrico Perego Editor Portofino Coast Chapter ---- Il prossimo evento del portofino è: -------- -------- WILD BRUNCH RUN DELLA NONA VOLTA 1 Maggio 2014 con il Portofino Coast Chapter Ci sono strade perfette, semplici, lisce come biliardi e vie tortuose, piene di tornanti, cambi di pendenza e con qualche buca. Carreggiate ben delineate, con corsie veloci oppure carrozzabili poco segnalate e conosciute con talvolta angusti restringimenti. Il percorso studiato per il Wild Brunch Run della Nona Volta, offre la seconda alternativa, sempre; una cinquantina di miglia con circa cinquecento curve. Anche se qualcuno è sempre un po’ timoroso si tende ad essere scoraggiati dalle ambasciate dei giorni prima, come ogni anno, molti decidono di partecipare e di mettersi alla prova su di un tracciato diverso dal solito. In questa edizione, il tratto più difficile, consisteva nell’attraversamento di un borgo, transitando in uno stretto e disagevole “carruggio” in salita e leggermente curvato. Con qualche attenzione in più e seguendo il buonsenso tutto risulta semplice e naturale; si superano anche i tratti più difficili con tranquillità e si arriva alla meta felici e sorridenti. C’era poi una bella meta da raggiungere e lì, la soddisfazione di aver fatto un giro differente e la possibilità di stare allegramente insieme hanno reso la giornata meravigliosa. Ha fatto piacere la presenza di tanti Amici, vecchi e nuovi ed è stato bello vedere insieme il passato ed il futuro del Portofino Coast Chapter. Un ringraziamento a tutti per la partecipazione, ai Safety capitanati da Simone, per l’eccellente servizio ed al nostro caro Dealer, perché ancora una volta ha scolpito sulla pietra la via da seguire, una via mai come ora importante ! E’ stata una nona edizione dove necessariamente, si sono unite le forze e si è organizzato congiuntamente; vista il soddisfacente risultato con molta probabilità ci sarà un decimo ed ultimo episodio, pertanto il prossimo anno mettete in conto di fare ancora qualche altro chilometro un po’ più tortuoso. A proxima… Enrico Perego & Pietro Vabai Portofino Coast Chapter Italy -------- Domenica 6 aprile è stato undicesimo Run dei Liguri! Questa manifestazione vede i tre chapter liguri, noi Portofino Coast, Savona e Genova Chapter, alternarsi nell?organizzazione di un evento domenicale con la finalità di far incontrare i soci dei tre chapter per fare festa insieme, ed in compagnia di tutti coloro che condividano con noi la stessa passione per la fantastica motocicletta di Milwaukee. È la quarta volta che tocca a noi l?organizzazione. Le altre edizioni fanno parte della storia: gloriosa e impressionante (veramente memorabili le edizioni di Varese Ligure / Leivi con 600 partecipanti e Chiavari con 500)! È la storia che permette all?umanità di progredire ed è un periodo che avverto la necessità di parlarVi della nostra storia perché so che è necessario conoscerla per mantenere il nostro splendore. Questa volta Lavagna ci ha veramente ospitato alla grande con un?accoglienza degna dell?evento e soprattutto con un convivio finale in una cornice meravigliosa: all?aperto ma al coperto in una tavolata comune e con cibo prelibato. Lo stupendo sagrato e la scalinata, cornice naturale di foto memorabili hanno fatto il resto. Anzi mi sbaglio, il Consorzio Centro Storico di Lavagna - CIV - ha fatto il resto con ottima regia di tutti i particolari: ma l?avete vista la bottiglia commemorativa? Un elemento non trascurabile del raduno, non ci dobbiamo nascondere, non ha funzionato alla perfezione, per una serie di contrattempi che, dopo tanti anni (al Portofino Coast non era mai capitato), hanno impedito al nostro club di preservare il lungo serpentone di moto da inizio a fine. E adesso torniamo alla storia?: a una settimana dall?evento, dopo più che plausibili mugugni, si è levato un gran coro di ringraziamenti da parte di tutti i chapter partecipanti ed anche e soprattutto da alcuni chapter ospiti. Questo è quello che (fattore molto importante anche presso gruppi formati da soggetti ben più duri di noi) si chiama rispetto, quello che il Portofino Coast, affiancato dai suoi Dealer si è fin?ora guadagnato. Su tutti mi piace ricordare gli amici del Forum Roma Chapter, partiti in una quindicina da Roma per essere della compagnia: allegri e felici di essere stati con noi (un ringraziamento particolare al nostro ambasciatore Vincenzo?) Il compito per il nostro futuro è quello di preservarla al più possibile questa storia, questa lucentezza che ci accompagna per fare in modo che la nostra stella non smetta mai di brillare! Cari soci del Portofino Coast Chapter rimbocchiamoci le maniche e facciamo in modo che il nostro prossimo Five Lands sia la solita?leggenda!!! Ciao a tutti, Pietro. ----- -- flash mob domenica 16 marzo Domenica si è aperta ufficialmente la stagione dei raduni di quest’anno e lo si è fatto alla grande con un raduno che ha visto quasi 1200 partecipanti…! I Biker provenivano da 17 differenti chapter hog italiani. Tutto è nato alla riunione dei Direttori da un’idea del mio collega Roberto del Genova Chapter che inizialmente voleva un evento più “contenuto” ma poi… l’entusiasmo e LA VOGLIA DI ANDARE IN MOTO INSIEME hanno fatto il resto. In effetti un corteo così interminabile di moto richiamava eventi grandiosi e il nostro chapter ha fatto la sua parte egregiamente, presentandosi puntuale ai vari appuntamenti grazie al percorso stradale “statale” pianificato perfettamente da Stefania e Davide, e mano a mano che i soci si aggiungevano, grazie al lavoro dei nostri safety e road capitan. Le capienti borse delle nostre motociclette hanno fatto il resto con vettovaglie e bevande di ogni genere, tanto è vero che ho visto poche persone approfittare anche del pranzo che pur avevamo tutti pagato. Una bella e brava band ci attendeva al raduno e ci ha pure ringraziato (via e_mail) per il piacere di aver suonato per noi del Portofino Coast Chapter. Insomma una nuova e bella maniera per cominciare i nostri giri. Un “aperitFIVE LANDS RALLY DUEMILAQUATTORDICI Riva Trigoso- Sestri Levante (Ge) 4 -5 -6 Luglio Parcheggiare e calarsi dentro al Five Lands Rally, è qualcosa di unico, di inimitabile di magico. Partecipare a questo evento del Portofino Coast Chapter è una vera e propria bramosia. Questo è quello che ho potuto carpire, stando tre giorni a contatto con una moltitudine inverosimile di biker, giunti da tantissimi posti, sia vicini che lontani. Un borgo stracolmo di sfavillanti Harley Davidson, un continuo luccicare di cromature al giorno e di lucette rosse, la notte. Lungo i viali si cammina con difficoltà, vista la moltitudine di persone e la spiaggia è la naturale estensione dell’evento festoso e del clima di allegria che si può respirare. Le luci della festa si confondono con le insegne al neon dei locali e più in la, nell’oscurità del mare, brillano come stelle le luci dei pescherecci e dei battelli. Il rombo dei motori è un tuttuno con il rumore del mare e con i suoni che arrivavano dal palco, dove una straordinaria band, si esibisce in una performance sensazionale. Sotto il palco, posizionato sulla spiaggia, c’è una folla festosa scatenata nel ballo, scalza e saltellante al ritmo del Rock anni 70 ed 80 dei Dr Male. Per noi e per tutti i partecipanti al raduno, il Five Lands Rally è una sorta di alchimia che da tredici anni si rinnova e che nessuno osa perdersi. Tutto è stato come dai migliori auspici: il sole caldo, la leggera brezza a Libeccio, il colore del mare, i molti ettolitri di birra spillati, la grande cena sotto le stelle. Il bellissimo motogiro verso il Parco delle Cinque Terre in primis ed poi quello alla scoperta dell’entroterra ligure, che coronare l’evento. Insomma, una bella soddisfazione per tutti noi che organizziamo e che cerchiamo di ottenere il massimo risultato con il massimo dello sforzo. Ce la mettiamo davvero tutta per cui, se qualche volta facciamo qualche piccolo errore, cerchiamo sempre di correggere e di essere perdonati; gestire un così elevato numero di ospiti è impegnativo anche per lo staff di oltre 50 persone che il Portofino Coast Chapter, fa entrare in campo. Mettiamo in strada i nostri migliori uomini e donne, che vegliano e conducono gli ospiti già dall’ingresso nel borgo; organizziamo la cucina con i migliori chef-pescatori dell’Associazione Bagnun e cerchiamo di proporre il nostro territorio, anche a tavola. Proponiamo diverse opzioni e differenti attrazioni tra cui il grande aperitivo con Dj e lo Spritz Time al Bunker Bar. Tutto questo è possibile anche grazie all’impareggiabile supporto della concessionaria Harley Davidson Portofino di Sestri Levante, il migliore partner che si possa avere. La festa è per tutti i nostri ospiti ed anche per noi che collaboriamo alla buona riuscita, ma la gioia più vera si avverte qualche giorno dopo quando possiamo destinare, grazie a tutti i partecipanti, una cospicua somma in beneficenza. E’ anche questo un aspetto fondamentale e sempre più conosciuto del mondo biker. Un doveroso pensiero va ai cittadini ed ai turisti che popolano il borgo di Riva Trigoso, cerchiamo di avere il massimo rispetto sia per loro che per il luogo che ci permettono di occupare; negli anni abbiamo fatto amicizia, siamo contenti che ci facciate sempre sentire a casa. Grazie ancora a tutti i partecipanti, che non si perdono un’edizione del nostro principale evento ed alimentano con il loro carburante il nostro motore. Forse questa fantasia, ci pervade un po’ troppo ed a vedere tutto da fuori talvolta si stenta a capire il perché di tanta gioia, di tanta genuina selvaggia baldoria; per noi questa è la notte che supera tutte le altre, il Five Lands Rally è la tradizione e lo spirito della nostra libertà. Arrivederci al prossimo anno. prima, più di prima W il Portofino Coast Chapter !!! A proxima… Enrico Perego Editor Portofino Coast Chapter ---- Il prossimo evento del portofino è: -------- -------- WILD BRUNCH RUN DELLA NONA VOLTA 1 Maggio 2014 con il Portofino Coast Chapter Ci sono strade perfette, semplici, lisce come biliardi e vie tortuose, piene di tornanti, cambi di pendenza e con qualche buca. Carreggiate ben delineate, con corsie veloci oppure carrozzabili poco segnalate e conosciute con talvolta angusti restringimenti. Il percorso studiato per il Wild Brunch Run della Nona Volta, offre la seconda alternativa, sempre; una cinquantina di miglia con circa cinquecento curve. Anche se qualcuno è sempre un po’ timoroso si tende ad essere scoraggiati dalle ambasciate dei giorni prima, come ogni anno, molti decidono di partecipare e di mettersi alla prova su di un tracciato diverso dal solito. In questa edizione, il tratto più difficile, consisteva nell’attraversamento di un borgo, transitando in uno stretto e disagevole “carruggio” in salita e leggermente curvato. Con qualche attenzione in più e seguendo il buonsenso tutto risulta semplice e naturale; si superano anche i tratti più difficili con tranquillità e si arriva alla meta felici e sorridenti. C’era poi una bella meta da raggiungere e lì, la soddisfazione di aver fatto un giro differente e la possibilità di stare allegramente insieme hanno reso la giornata meravigliosa. Ha fatto piacere la presenza di tanti Amici, vecchi e nuovi ed è stato bello vedere insieme il passato ed il futuro del Portofino Coast Chapter. Un ringraziamento a tutti per la partecipazione, ai Safety capitanati da Simone, per l’eccellente servizio ed al nostro caro Dealer, perché ancora una volta ha scolpito sulla pietra la via da seguire, una via mai come ora importante ! E’ stata una nona edizione dove necessariamente, si sono unite le forze e si è organizzato congiuntamente; vista il soddisfacente risultato con molta probabilità ci sarà un decimo ed ultimo episodio, pertanto il prossimo anno mettete in conto di fare ancora qualche altro chilometro un po’ più tortuoso. A proxima… Enrico Perego & Pietro Vabai Portofino Coast Chapter Italy -------- Domenica 6 aprile è stato undicesimo Run dei Liguri! Questa manifestazione vede i tre chapter liguri, noi Portofino Coast, Savona e Genova Chapter, alternarsi nell?organizzazione di un evento domenicale con la finalità di far incontrare i soci dei tre chapter per fare festa insieme, ed in compagnia di tutti coloro che condividano con noi la stessa passione per la fantastica motocicletta di Milwaukee. È la quarta volta che tocca a noi l?organizzazione. Le altre edizioni fanno parte della storia: gloriosa e impressionante (veramente memorabili le edizioni di Varese Ligure / Leivi con 600 partecipanti e Chiavari con 500)! È la storia che permette all?umanità di progredire ed è un periodo che avverto la necessità di parlarVi della nostra storia perché so che è necessario conoscerla per mantenere il nostro splendore. Questa volta Lavagna ci ha veramente ospitato alla grande con un?accoglienza degna dell?evento e soprattutto con un convivio finale in una cornice meravigliosa: all?aperto ma al coperto in una tavolata comune e con cibo prelibato. Lo stupendo sagrato e la scalinata, cornice naturale di foto memorabili hanno fatto il resto. Anzi mi sbaglio, il Consorzio Centro Storico di Lavagna - CIV - ha fatto il resto con ottima regia di tutti i particolari: ma l?avete vista la bottiglia commemorativa? Un elemento non trascurabile del raduno, non ci dobbiamo nascondere, non ha funzionato alla perfezione, per una serie di contrattempi che, dopo tanti anni (al Portofino Coast non era mai capitato), hanno impedito al nostro club di preservare il lungo serpentone di moto da inizio a fine. E adesso torniamo alla storia?: a una settimana dall?evento, dopo più che plausibili mugugni, si è levato un gran coro di ringraziamenti da parte di tutti i chapter partecipanti ed anche e soprattutto da alcuni chapter ospiti. Questo è quello che (fattore molto importante anche presso gruppi formati da soggetti ben più duri di noi) si chiama rispetto, quello che il Portofino Coast, affiancato dai suoi Dealer si è fin?ora guadagnato. Su tutti mi piace ricordare gli amici del Forum Roma Chapter, partiti in una quindicina da Roma per essere della compagnia: allegri e felici di essere stati con noi (un ringraziamento particolare al nostro ambasciatore Vincenzo?) Il compito per il nostro futuro è quello di preservarla al più possibile questa storia, questa lucentezza che ci accompagna per fare in modo che la nostra stella non smetta mai di brillare! Cari soci del Portofino Coast Chapter rimbocchiamoci le maniche e facciamo in modo che il nostro prossimo Five Lands sia la solita?leggenda!!! Ciao a tutti, Pietro. ----- -- flash mob domenica 16 marzo Domenica si è aperta ufficialmente la stagione dei raduni di quest’anno e lo si è fatto alla grande con un raduno che ha visto quasi 1200 partecipanti…! I Biker provenivano da 17 differenti chapter hog italiani. Tutto è nato alla riunione dei Direttori da un’idea del mio collega Roberto del Genova Chapter che inizialmente voleva un evento più “contenuto” ma poi… l’entusiasmo e LA VOGLIA DI ANDARE IN MOTO INSIEME hanno fatto il resto. In effetti un corteo così interminabile di moto richiamava eventi grandiosi e il nostro chapter ha fatto la sua parte egregiamente, presentandosi puntuale ai vari appuntamenti grazie al percorso stradale “statale” pianificato perfettamente da Stefania e Davide, e mano a mano che i soci si aggiungevano, grazie al lavoro dei nostri safety e road capitan. Le capienti borse delle nostre motociclette hanno fatto il resto con vettovaglie e bevande di ogni genere, tanto è vero che ho visto poche persone approfittare anche del pranzo che pur avevamo tutti pagato. Una bella e brava band ci attendeva al raduno e ci ha pure ringraziato (via e_mail) per il piacere di aver suonato per noi del Portofino Coast Chapter. Insomma una nuova e bella maniera per cominciare i nostri giri. Un “aperitivo” che non può altro che farci venire fame di andare in moto per tutto l’anno… A proxima (diritti d’autore di enry) e ciao a tutti, Pietroivo” che non può altro che farci venire fame di andare in moto per tutto l’anno… A proxima (diritti d’autore di enry) e ciao a tutti, Pietroiali eventi‎ > ‎

Five Lands 2011

10° Five lands Sabato By Stefy

10 ° Five Lands Domenica by Davide

10° Five Lands by Momo



X° FIVE LANDS TOUR

Riva Trigoso – Sestri Levante (Ge) 1 – 2 – 3  Luglio 2011

 

“Visione estemporanea da chi l’organizza”
 

Mi piace paragonare ogni edizione del Five Lands Tour ad un viaggio, ogni volta nuovo e con una meta diversa; talvolta misteriosa e sconosciuta.

Un esplorazione per mare a bordo di un vecchio vascello, dove possono capitare tante cose e dove l’imprevedibile è abitudine.

Qui sta la bravura del Capitano e della sua Ciurma : dalla rotta, dalla fortuna, dall’impegno, con fatica e forza e dalla concatenazione dell’amicizia; dal vento, dalle correnti ma anche dalla ricchezza della cambusa : da tutto questo dipende ogni volta il risultato.

Il paragone è strano ma calzante, ogni membro del Portofino Coast Chapter, che partecipa all’organizzazione dell’evento oggi è un marinaio, tutti insieme un equipaggio di circa 60 elementi.

Ognuno ha il suo compito, una sua cosa da realizzare, che farà sicuramente bene.

Visto il risultato, mi viene spontaneo pensare : “Che razza di uomini ho davanti, i migliori, indubbiamente !”

Pur facendo, nella vita, altri mestieri diversi all’organizzazione di una manifestazione motociclistica, ci si impegna con passione in quello in cui si crede, in questo caso tutto riesce bene e con naturalezza.

C’è chi pensa ai motogiri, chi agli ingressi, alcuni alla zona parcheggio, altri montano e smontano, qualcuno vigila e collabora in cucina, io ed altri spilliamo birra ghiacciata, chi fotografa e chi si trasforma in cameriere.

C’è qualcuno che non fa nulla, ma lo sa fare molto bene; nel Portofino Coast Chapter è concesso far anche quello, ma con massimo il impegno.

Questo decimo arrivo per noi è un traguardo, una meta raggiunta; riuscire per tanti anni ad essere sempre in auge, all’apice, al massimo è veramente una soddisfazione.

Arrivare ad accogliere così tanta gente, organizzare tante cose e vedere che poi vanno come devono andare, appaga della fatica fatta.

Oltremodo la soddisfazione più grande è vedere che questi nostri sacrifici, portano a “racimolare” un’importante somma da destinare silenziosamente in beneficenza, ogni anno a realtà diverse, scelte con grande oculatezza.

Si lavora duro prima, durante ed anche dopo la manifestazione; da fuori può sembrate tutto facile, ma vi assicuro che si parte molti mesi prima per non dire, quasi dal giorno dopo l’edizione precedente e si opera costantemente.

Indubbiamente ci si diverte e non poco; è fondamentale che sia una festa per tutti, noi ci strutturiamo in turni così da avere intervalli da poter trascorrere e spendere a piacimento, questo è fondamentale !

Aleggia un sentimento di familiarità e di reciproco appoggio, se hai un minimo cedimento, talvolta per la stanchezza, trovi sempre una spalla su cui riposare, un amico che ti può aiutare.

La forza che si sviluppa dall’unione di tante persone, l’aiuto del “Dealer” e le forti incitazioni del “Director” permettono di affrontare qualunque ostacolo.

Tutti gli anni il tempo scandisce una strana cadenza, alcuni momenti rallenta ed è interminabile; in altri scorre e non ti accorgi del passaggio, non ho mai capito questa cosa ma è così da sempre.

Proporre un evento non è solo mettersi in gioco ma è la cartina di tornasole dello stato di salute del Chapter, uno specchio che riflette e riassume anche la condizione dei vari eventi dell’anno concluso.

I lunghi mesi di decisioni, di proponimenti, di idee trovano finalmente la conclusione e la prova delle capacità ma similmente all’esame di maturità la sera prima ti pervade il dubbio, un’incertezza che come è arrivata la mattina dopo svanirà.

Se trovi armonia, serenità, partecipazione, complicità e le cose vanno come previsto è riprova che tutto è a posto e puoi andare avanti tranquillamente; in caso contrario, forse è bene rivedere “qualcosina”.

Sono giornate furibonde e dense come petrolio, si dorme poco o nulla, ci si alimenta disordinatamente ma qualche birra rimette in equilibrio i valori.

Un tuffo in mare di tanto in tanto rinfresca dal calore; senti la stanchezza nelle gambe ma non molli; non cedi alla fatica perché credi in quello che fai.

La Ciurma spiega la vela più grande e tutti, dal primo Ufficiale all’ultimo Mozzo, si scatenano; il Capitano in mezzo ai suoi uomini, traguardando lontano, segna costantemente la rotta.

La via è quella giusta, il mare ed il vento sono dalla nostra, non piove, la colonna sonora è un continuo rumore di bicilindrici Harley Davidson e siamo immersi in un altro e favoloso Five Lands Tour.

 

A proxima…

Enrico Perego

Editor Portofino Coast Chapter

Comments